Cus Jonico, Coach Olive: “Sereni e convinti della nostra forza”

Cus Jonico, Coach Olive: “Sereni e convinti della nostra forza”

Nell’anticipo del sabato contro la JuveCaserta, i rossoblu sono a caccia del primo colpo in trasferta in casa dell’ex Biagio Sergio. “Una gran bella persona”

 

Da Manuel Diomede a Biagio Sergio. Seconda trasferta e secondo tuffo nel recente passato per il CJ Basket Taranto che dopo aver fatto visita all’ex capitano, a Ruvo, incontra da avversario un altro che la scorsa stagione ha lasciato un gran bel ricordo in riva allo Jonio. Si spera l’esito sia però diverso in casa della JuveCaserta, uno dei tre anticipi della quarta giornata di serie B Old Wild West girone D con palla a due alle ore 18 sabato 21 ottobre.
Taranto arriva alla sfida di Caserta forte del successo conquistato domenica scorsa contro un’altra campana, la PSA Sant’Antimo. Vittoria netta, più del punteggio finale, per quello che ha fatto vedere la partita sui 40’. Per la prima volta settimana scorsa il CJ ha potuto contare su tutto il roster a disposizione con il rientro in pianta stabile di capitan Conte. Coach Olive vuole vedere continuità a caccia del primo successo lontano dal Tursport dopo il ko di Ruvo: “Andiamo a Caserta con la nostra serenità e convinzione dopo un’altra buona settimana di allenamento per un gruppo che ha voglia e con le sue idee tattiche”.
Caserta allenata da coach Luise finora ha vinto una sola partita, in trasferta a Pescara, mentre ha perso in casa da Ruvo e domenica scorsa a Roseto battuta però da una tripla a fil di sirena di un altro ex rossoblu, Morici. Sui campani coach Olive la pensa così: “Andiamo ad affrontare una piazza storica del basket italiano, che ha visto e vinto nella pallacanestro di serie A con tanta voglia di tornare a quei livelli. Non a caso alla prima casalinga c’era tanto pubblico. Caserta è una squadra di spessore con tanti lunghi tiratori, un play di scuola americana Diego Jordan Lucas, classe 1996, con cambi di velocità e arresto-tiro, e giocatori importanti come Mei e Drigo senza dimenticare Sperduto che avrebbe dovuto giocare in A2 ma dopo il fallimento di Roma si è ritrovato in B”.
Impossibile non chiedere a coach Olive un pensiero su Biagio Sergio amico-avversario che Taranto ritroverà sabato: “Una persona straordinaria che rivedrò e abbraccerò con piacere. È stato bello allenarlo, un grande conoscitore di basket e un buonissimo giocatore, sempre onesto”.