Capuano: “Potenza avversario tosto ma vogliamo fare risultato”

Capuano: “Potenza avversario tosto ma vogliamo fare risultato”

L'allenatore dei rossoblu vuole allungare la striscia di risultati positivi nonostante gli infortuni

 

Quattro punti nelle ultime due giornate. Questo il positivo ruolino di marcia del Taranto di Eziolino Capuano, che dopo aver mandato ko la Juve Stabia, ed aver strappato un punto lacrime e sangue nel derby del Monterisi, punta ad allungare il momento positivo nella sfida in programma sabato sul green dello Iacovone, che vedrà opposti Antonini e soci al Potenza di mister Siviglia.
“Il Potenza è una squadra importante – ha esordito il tecnico jonico -, che annovera nelle proprie fila diversi calciatori di qualità, in particolare nel reparto avanzato. I tanti impegni ravvicinati non ci aiutano, in più va sottolineato come questa squadra conviva con una lunga serie di defezioni. Rispettiamo ovviamente il Potenza, ma siamo convinti di poter fare bene”.
Capuano poi volge lo sguardo al pari del Monterisi: “A Cerignola abbiamo disputato una gara stoica. Il pari di martedì resterà negli annali del calcio tarantino – ha enfatizzato Capuano -, nonostante una miriade di problematiche, sembrava potessimo capitolare da un momento all'altro e invece siamo rimasti sul ring fino alla fine e gran parte del merito è stato dei nostri tifosi che ci hanno spinto e sorretto”. L’ex tecnico di Arezzo e Juve Stabia si è poi soffermato proprio sull’assenza dei gruppi organizzati “Conosco Taranto e so quanto il popolo possa dare alla squadra. Le scelte vanno rispettate, dico che mi piacerebbe vedere più gente allo stadio ma giocheremo anche per chi ha optato per decisioni diverse. La classifica? Dobbiamo evitare voli pindarici, non dobbiamo illudere nessuno. Il nostro obiettivo è la salvezza, anche all’ultima giornata. Siamo in un girone complicato, sarà più difficile rispetto alla passata stagione. So di poter contare su un grande gruppo, i ragazzi si aiutano reciprocamente ed i risultati sono frutto di grande coesione nello spogliatoio”.