23
Ven, Ott

Il Fatto Quotidiano benedice l'alleanza tra Emiliano e i Cinque Stelle

Il Fatto Quotidiano benedice l'alleanza tra Emiliano e i Cinque Stelle

Politica

Per Marco Travaglio, ideologo di tutti i grillini e di un certo giustizialismo populista, la Puglia può diventare laboratorio per formule politiche da replicare su scala nazionale. Qualcuno avverta il consigliere Laricchia, le dichiarazioni rese a mezzo stampa potrebbero presto essere smentite

Sono tutt’altro che tramontate le possibilità di un accordo elettorale tra Emiliano e i Cinque Stelle per le prossime consultazioni regionali. Il Fatto Quotidiano lo dà quasi per certo. Alla fine, sostiene Marco Travaglio, direttore-ideologo dei grillini, l’esperimento romano verrà replicato anche nelle Puglie. O almeno così spera il governatore uscente che, per la buona riuscita dell’operazione, può contare direttamente sull’appoggio del premier Giuseppe Conte. Il sodalizio tra i due è solido, rodato da tempo. Sull’ex Ilva, nonostante l’operosa inconcludenza dell’esecutivo nazionale, Big Michele è rimasto stranamente in silenzio in tutti questi mesi. Di rimando, a Palazzo Chigi, si lavora alacremente nel dar forma ad una coalizione larga. Con il Pd e il M5S legati da un’alleanza duratura, non solo di legislatura, e in grado di tenere le destre a debita distanza dal governo del Paese - e delle sue diverse articolazioni istituzionali. Se il tentativo dovesse riuscire nel tacco d’Italia, si aprirebbe una fase nuova per la politica italiana. La gestione del potere, come si sa,  va ben al di là delle dichiarazioni rese a mezzo stampa. Come quelle al vetriolo che il consigliere Laricchia, di professione candidata-presidente, si affretta a dispensare in questo torrido luglio di campagna elettorale verso l’”odiato” Michele Emiliano. Tutto appare in movimento. Un movimento lento ma operoso. Il dibattito, invece, latita. E’ scarno, sganciato dalla realtà. Ma questo lo si sapeva già.