03
Lun, Ago

Secondo caso di coronavirus nell’ex Ilva

Secondo caso di coronavirus nell’ex Ilva

Attualità

 

Come riportato ieri dal nostro giornale è risultato essere positivo al tampone un operaio impegnato nell’Area Gas Tecnici

Cosi come anticipato ieri da CosmoPolis è giunta la notizia della positività al covid-19 di un lavoratore dello stabilimento siderurgico tarantino che presta servizio presso l’Area Gas Tecnici.

L'uomo, con febbre alta da venerdì sera, era stato accompagnato in ospedale per gli accertamenti. 

Si tratta, quindi, del secondo caso di contagio all’interno dell’ex Ilva dopo che nelle scorse settimane risultò positivo un operaio già sottoposto a quarantena domiciliare e che prestava servizio nel reparto "Qualità".

Il rischio che lo stabilimento diventi un grande focolaio è molto alto, soprattutto se si considera l’elevato numero di ditte esterne, e quindi operai provenienti da fuori Taranto, che entrano ogni giorno nel siderurgico.

E intanto continua il braccio di ferro tra Arcelor Mittal, Governo e sindacati sulla chiusura totale o meno dello stabilimento.

Arcelor Mittal nel frattempo ha già comunicato il ricorso alla cassa integrazione ordinaria, a causa della riduzione dell’attività lavorativa riconducibile all’emergenza epidemiologica legata al coronavirus, a far data da domani, lunedì 30 marzo 2020, per ben 8.173 lavoratori.

 

(Notizia in aggiornamento)

 

 

 

 

 

Fanizza Group Carglass