14
Sab, Dic

Derby vittorioso

Derby vittorioso

Sport

Dopo l'inconsistente gara di Andria, i rossoblù tornano alla vittoria contro il Fasano dinanzi al pubblico amico. Sperare sino alla fine non costa nulla  

Tre gol e tanta paura. Il Taranto, davanti al pubblico dello Iacovone, sbriga la pratica Fasano grazie alle reti di Oggiano, Favetta e D'Agostino, intervallate dal tap del biancazzurro Corvino. Panarelli mischia le carte, butta dentro Carullo e accentra Ferrara, a centrocampo Max Marsili e Manzo agiscono nella zona mediana mentre in avanti spazio a Oggiano, D'Agostino ed Esposito con Croce unica punta.

PRIMO TEMPO L'avvio è completamente di marca fasanese con Colombatti che alla prima occasione sfiora il vantaggio con un inserimento al volo che termina di poco fuori. I rossoblu troppo contratti faticano ad entrare in partita ed è la squadra di Laterza, apparsa fresca e vogliosa di ben figurare davanti ad una cornice di pubblico importante, a comandare le operazioni di gioco.

Al 21' Carullo in fase di ripiegamento svirgola lanciando Serri che a tu per tu con Antonino, calcia centrale esaltando i riflessi del portiere ex Pescara. Due minuti più tardi stesso copione: Carullo abbraccia Serri lanciato verso i pali jonici, per il direttore di gara è calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta Montaldi che però si lascia ipnotizzare da Antonino, abile a volare alla propria destra disinnescando il pericolo e salvando il risultato.

Il Taranto non riesce a carburare e le uniche occasioni sono frutto di iniziative personali, come al 36' quando Oggiano sguscia tra le maglie della difesa fasanese ma al momento del tiro viene stoppato da un provvidenziale intervento in scivolata di Colombatti. Due giri di lancetta più tardi D'Agostino prova ad accendere la luce servendo Esposito che ne salta due, scarica di nuovo per il fantasista Genovese che ciabatta da posizione favorevole, guadagnando solo un corner.

SECONDO TEMPO Il Taranto della seconda frazione pare un'altra squadra rispetto a quella vista nei primi quarantacinque minuti, il primo sussulto nasce dai piedi di Oggiano che ci prova dalla distanza, ma il suo fendente sibila sulla trasversale prima di morire sul fondo. La pressione dei rossoblu aumenta col passare dei minuti e complice un Fasano in calo fisico al 58' giunge la perla che sblocca la contesa. Merito di Oggiano che sfrutta una gran cavalcati di Pelliccia, disegnando un sinistro a giro di rara bellezza che non lascia scampo all'ottimo Guarinieri.

Il vantaggio del Taranto dura solo due minuti, a rimettere in pari i conti ci pensa Corvino che imbeccato da Gomes spinge dentro da due passi, firmando l'uno a uno. Il fisiologico scoramento non condiziona l'undici di Panarelli, che sospinto dal continuo incitamento del proprio pubblico attacca a testa bassa, creando apprensioni a Rullo e soci, specialmente sull'asse mancina D'Agostino – Esposito.

Al minuto sessantadue Croce viene fermato con le cattive in area, la palla carambola sui piedi di Marsili che spara alla sua maniera ma è fenomenale Guarinierie a distendersi e blindare il pari. L'equilibrio però dura solo altri sei minuti, fino a quando, sull'ennesimo guizzo di Oggiano, Favetta prende il tempo alla retroguardia brindisina, spedendo di testa alle spalle del classe duemila ospite. 
Il ritrovato vantaggio galvanizza il Taranto che spinge sull'acceleratore alla ricerca del tris che puntuale come una sentenza arriva all'ottantasettesimo grazie ad una giocata di D'Agostino che imbeccato da Favetta prima si fa respingere il tentativo da Guarinieri e poi la mette, con un tocco impossibile da sbagliare.

TARANTO - FASANO 3-1

TARANTO 4231: Antonino; Carullo( dal 76' Menna), Bova (dal 64' Favetta), Ferrara, Pelliccia; Marsili, Manzo; Oggiano (dal 76' Salatino), D'Agostino, Esposito (dall'83' Di Senso), Croce (dal 74' Di Bari). Panchina: Pellegrino, Guadagno, Roberti, Massimo. Allenatore: Panarelli.

FASANO 4141: Guarnieri; Mambella, Diop, Ganci, Rullo, Colombatti, Serri (dal 56' Gomes), Gori (dall'85' Lillo), Bernardini, Corvino (dal 74' Richella), Montaldi. Panchina: Suma, Anglani, Pugliese, Cobo, Tuttisanti, Zicarelli. Allenatore: Laterza.

Arbitro: Gabriele Scatena di Avezzano coadiuvato dagli assistenti Matteo Besozzi di Sondrio e Fabio Torri di Como.

Reti: 58', Oggiano (T); 60', Corvino (F); 69' Favetta (T); 87' D'Agostino (T).

Ammoniti: Carullo, Pelliccia, Esposito, Marsili (T); Corvino, Gori, Rullo, Bernardini, Ganci (F)

Spettatori: circa 4000

CLASSIFICA

Picerno 56*

Cerignola 55

Taranto (-1) 54

Bitonto 43

Fid.Andria 42

Savoia 39

Team Altamura 38

Fasano 34

Francavilla 34

Gelbison 33

Gravina 30*

Nardò 29

Gragnano 27

Nola 24

Sarnese 24

Sorrento 24

Pomigliano 15

Granata 8

*una gara in meno

Prossimo turno (03.03.2019 ore 14.30 – giornata n. 26): F. Andria-A. Cerignola, Granata-Az Picerno, T. Altamura-Bitonto, Nardò-Pomigliano, Fasano-Gragnano, Sarnese-Francavilla, Gelbison-Sorrento, Gravina-Taranto, Nola-Savoia.