18
Gio, Lug

Contro Altamura per la “Remuntada”

Contro Altamura per la “Remuntada”

Calcio

Vincere le otto gare in programma sino al cinque di maggio e poi sperare che chi staziona nelle prime due caselle della graduatoria, freni, rallenti o nella migliore delle ipotesi si fermi bruscamente: questo l'auspicio dei rossoblu

Non sarà la panacea, ma battere l'Altamura pare essere l'unico viatico per tenere accese le speranze di promozione. I rossoblu, distanti otto lunghezze dal Picerno sanno di non essere completamente padroni del proprio destino e quindi dovranno, da questo momento sino alla conclusione dei giochi, vincere e sperare.
Vincere quindi, tutte le otto gare in programma sino al cinque di maggio e poi sperare che chi staziona nelle prime due caselle della graduatoria, freni, rallenti o nella migliore delle ipotesi si fermi bruscamente. Chiamarla rincorsa, rimonta, impresa disperata o romanticamente Remuntada non cambia di una virgola il programma sopracitato, che estremamente sintetizzato prevede una corsa ad ostacoli senza possibilità di errore.
Testa all'Altamura quindi, primo di un filotto di impegni che vedrà Favetta e compagni alle prese con i consueti rompicapi di fine stagione, quando anche le gare sulla carte più abbordabili, nascondono insidie inaspettate.
Panarelli dovrebbe recuperare in extremis Oggiano e Marsili, mentre in dubbio resta ancora Lanzolla. Alla luce delle squalifiche di Ferrara e Salatino, plausibile pensare ad una linea di difesa a quattro composta da Pelliccia, Di Bari, Bova e Carullo, davanti a Vittorio Antonino. Nella zona nevralgica del campo ci sarà certamente Manzo con Massimo e Bonavolontà in lizza per una maglia da titolare, viste anche le non proprio perfette condizioni di capitan Max Marsili. Davanti ci sarà Esposito, probabile l'impiego dell'ex Di Senso con D'Agostino libero di svariare su tutto il fronte d'attacco, mentre per il ruolo di puntero è bagarre con Favetta, Croce e Roberti  che si giocano alla pari la possibilità di partire dal primo minuto.
Dirigerà la gara il sig. Giuseppe Vingo della sezione di Pisa, coadiuvato dai sigg.ri Antonio D'angelo e Leonardo Brizioli di Perugia. Fischio d'Inizio alle ore 15.