16
Dom, Giu

“Azzeramento Giunta: ennesima farsa”

“Azzeramento Giunta: ennesima farsa”

Politica

I consiglieri comunali di opposizione Massimo Battista e Rita Corvace, a due settimane dalla decisione del Sindaco di ritirare le deleghe assessorili, mostrano perplessità e temono che la nuova giunta possa essere frutto di compromessi politici, in vista delle scadenze elettorali

“Due azzeramenti di giunta, sindaco sfiduciato dagli stessi uomini che lo hanno tradito alle elezioni provinciali, che lo vedevano candidato alla carica di Presidente della Provincia e che adesso lo spalleggiano. Nomine nelle società partecipate  contestate, con cambi di Presidenti che avrebbero dovuto essere scelti in base al curriculum ma che invece sono stati indicati da consiglieri comunali che fanno la voce grossa in questa maggioranza. La vera forza, del civico ente, è stata fino ad oggi quella di addossare sempre le colpe a chi in questi 2 anni ha pensato solo al bene di Taranto, senza interessi personali o richieste assurde”. I consiglieri comunali di opposizione Massimo Battista e Rita Corvace considerano opportuno che si metta fine a questa esperienza amministrativa e si chieda scusa alla città. “La nuova “unità” che l’amministrazione proclama – proseguono- è un’opportunità che i membri della maggioranza si riservano per non tornare a casa e per inseguire i propri obbiettivi personali, di natura politica che diversamente andrebbero in fumo, consapevoli che alle prossime elezioni in tanti non saranno più eletti. 
Alle porte ci sono importanti scadenze elettorali, come le regionali, per le quali molti consiglieri in carica sono già affannosamente in corsa e in cerca di collocazione con ordini impartiti dal Presidente della Regione Emiliano. Siamo di fronte all'ennesima farsa  che durerà fino alle elezioni regionali, passate le quali tutto tornerà come prima. Questa nuova giunta sarà frutto di compromessi politici che terranno contenti quanti intendono continuare a coltivare il proprio orticello. 
Intanto la città non vede realizzarsi nulla di concreto di quanto l’amministrazione promuove con incessanti comunicati stampa, annunci roboanti. Da due anni gli unici cambiamenti visti sono quelli di assessori, oltre a promozioni nelle partecipate che hanno prodotto solo il nulla cosmico”.