24
Sab, Ago

Taranto prima per cancro, Melucci: “Maggior tutela di cittadini e lavoratori”

Taranto prima per cancro, Melucci: “Maggior tutela di cittadini e lavoratori”

Politica

A poche ore dalla pubblicazione del report circa l’impennata delle malattie cancerogene imputabili all’attività lavorativa nel capoluogo jonico interviene il primo cittadino: “Vogliamo che la città scali ben altre classifiche”

A poche ore dalla pubblicazione del report circa l’impennata delle malattie cancerogene imputabili all’attività lavorativa restituito dall’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro interviene il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci: “È anche la ragione per cui essendo le criticità rilevate dalle ultime relazioni degli organismi tecnici riguardare proprio alcune aree interne allo stabilimento siderurgico l’Amministrazione comunale sta lavorando ad alcune iniziative volte alla maggior tutela dei cittadini e dei lavoratori tarantini. – prosegue Melucci - Anche questi problemi sono stati oggetto del recente incontro tra me e l’ad di Arcelor Mittal Italia Jehl. Vogliamo che presto Taranto abbia l’opportunità di scalare ben altre classifiche”.

Nel capoluogo jonico, secondo l’Osservatorio il 70% dei tumori denunciati è legato al settore metalmeccanico. “Purtroppo - interviene l’assessore Paolo Castronovi - fanno nuovamente balzare Taranto agli onori della cronaca nazionale, ma questa volta il risultato era piuttosto scontato. Ci riferiamo alla pubblicazione dei dati dell’osservatorio statistico dei consulenti del lavoro, che ci ricordano che i lavoratori tarantini, per lo più metalmeccanici, risultano quelli più esposti alle patologie tumorali nel quadro nazionale. È il motivo – aggiunge - per cui giustamente tutte le organizzazioni sindacali continuano a chiedere a gestore e Governo un rapido adempimento delle prescrizioni della attuale Aia”.