24
Sab, Ago

Perrini (DIT): “Emiliano non usi ex Ilva per campagna elettorale”

Perrini (DIT): “Emiliano non usi ex Ilva per campagna elettorale”

Politica

Incidenti sul lavoro, bonifiche e occupazione. Questi alcuni tra i grandi temi legati al siderurgico jonico. Il consigliere chiarisce: “Si discuta in Regione e il governatore riferisca dei controlli di Arpa e del rapporto con Arselor Mittal”

“Incidenti sul lavoro, bonifiche che diventano un mistero, mancanza di rapporti fra le istituzioni, operai in cassintegrazione abbandonati. Tutte le tematiche da quelle ambientali a quelle sulla sicurezza a quelle sull'ambiente sono rimasti sul tappeto e prima il Movimento 5 Stelle e ora Emiliano si fanno paladini della salvezza di un territorio che è stanco delle chiacchiere”. Inizia così la nota del consigliere regionale di Direzione Italia, Renato Perrini che addita il governatore di Puglia e i pentastellati in merito alla “gestione” del caso Taranto e dello stabilimento jonico.

“Si discuta in Consiglio regionale del siderurgico a 360 gradi. – precisa Perrini - Si discuta già giovedì prossimo, 21 febbraio, quando è convocato il primo nella nuova sede di via Gentile. L'assessore alla Sanità, sempre Emiliano, venga a riferire dei controlli fatti dall'Arpa, dei rapporti con la nuova proprietà Acelor Mittal; l'assessore allo Sviluppo Cosimo Borraccino a riferire sui cassintegrati che non possono vivere a mille euro al mese e quali sono gli strumenti messi in atto per corsi di formazione; l'assessore ai Trasporti, Gianni Giannini, venga a riferire delle infrastrutture che devono essere messe al servizio del territorio; l'assessore al Lavoro, Sebastiano Leo, venga a riferire sugli aspetti occupazionali. L'invito – conclude il consigliere - è a non andare a Taranto a fare campagna elettorale, ma venire in Consiglio regionale a cercare di trovare insieme delle soluzioni concrete”.