12
Dom, Lug

Alcool e droghe tra i giovani: l’impegno per contrastare il fenomeno nel tarantino

Alcool e droghe tra i giovani: l’impegno per contrastare il fenomeno nel tarantino

Attualità

Il tema è stato al centro della riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la Sicurezza Pubblica, convocata dal Prefetto di Taranto, Antonia Bellomo

Con la stagione estiva torna in primo piano la problematica dell’attività di prevenzione e contrasto al fenomeno della diffusione di sostanze alcoliche e di stupefacenti tra i minori. Il tema è stato al centro della riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la Sicurezza Pubblica, convocata dal Prefetto di Taranto, Antonia Bellomo.

Emerge, secondo il procuratore presso il Tribunale dei minorenni di Taranto, Pina Montanaro, tra la realtà percepita ed i dati raccolti, non sempre attendibili, in merito al consumo di stupefacenti, presenti sul territorio in grandi quantità (soprattutto cocaina e droghe alterate). I costi accessibili, la diffusione della rete di vendita, facilitano la circolazione delle sostanze stupefacenti a Taranto ed in provincia.

“Le discoteche erano sino a qualche tempo fa il luogo privilegiato dello spaccio, ma ormai la droga circola ovunque vi sia vita notturna giovanile. Di qui l’esigenza di ampliare le informazioni disponibili anche attraverso la collaborazione dei Comuni” – ha sottolineato il questore, Giuseppe Bellassai, che coordinerà l‘attività di controllo sul territorio in sinergia con il comando provinciale dei Carabinieri, ieri rappresentato dal comandante Luca Steffensen,  la Guardia di finanza, e le Polizie municipali.

“Determinante il ruolo delle Associazioni di categoria pronte a collaborare, degli operatori del settore dei locali da ballo e discoteche e dei titolari dei pubblici esercizi che fanno intrattenimento  – ha evidenziato Gianluca Piotti, presidente provinciale del SILB Confcommercio- sindacato   che già lo scorso anno, attraverso il circuito delle discoteche associate e dei bar (aderenti a Fipe Bar Confcommercio), si è  impegnato – in collaborazione con il Dipartimento dipendenze patologiche ASL TA -  in una campagna di sensibilizzazione dei giovani contro l’uso di alcool e droghe; attività rientrante in particolare,  nel corso dell’anno scolastico,   nel progetto ‘Plan B’ rivolto alla popolazione studentesca del territorio provinciale”.

Progetto incentrato sul laboratorio di ascolto e parola volto a favorire la prevenzione ed il contrasto al consumo di sostanze alcoliche e stupefacenti. In tutto 16 giornate, come illustrato dal sociologo del Dipartimento, Paola Lacatena, e il coinvolgimento delle scuole secondarie superiori del capoluogo jonico e della provincia, alla presenza degli operatori dell’ASL ed esponenti delle forze dell’ordine, operatori del mondo del divertimento (DJ, barman e buttafuori), e persino testimonianze di ex tossicodipendenti. 

“La collaborazione con il SILB Confcommercio ha visto anche – ha evidenziato il direttore del Dipartimento, Vincenza Ariano-   l’organizzazione di eventi nelle discoteche finalizzati anche a promuovere consapevolezza, conoscenza e sensibilità tra i giovani in merito a comportamenti ‘alcol/drugs free’”.

Fanizza Group Carglass