16
Gio, Lug

SS. Annunziata “Risonanza” in tilt, parla Rossi (Asl): “Garantito ripristino in 24 ore”

SS. Annunziata “Risonanza” in tilt, parla Rossi (Asl): “Garantito ripristino in 24 ore”

Attualità

La Direzione ASL Taranto e il primario di Radiodiagnostica del SS. Annunziata rispondono all’onorevole Rosalba De Giorgi in merito al suo intervento nel pomeriggio di ieri alla Camera dei Deputati

A poche ore dall’intervento alla Camera, della deputata tarantina Rosalba De Giorgi sulla questione della Sanità jonica, la Direzione ASL Taranto e il primario di Radiodiagnostica del SS. Annunziata tengono a fare alcune precisazioni.

“Nella mattinata di lunedì 10 febbraio si è verificato un guasto all'apparecchio di Risonanza Magnetica 1.5 T del Presidio Ospedaliero Centrale della ASL Taranto. È stata prontamente chiamata l’assistenza tecnica che nella giornata di martedì 11 febbraio ha effettuato la riparazione del guasto. – spiegano - Oggi, mercoledì 12 febbraio, è stata ripristinata la sala diagnostica in oggetto. Per evitare ritardi diagnostici o allungamenti dei tempi di ricovero, gli esami dei pazienti ambulatoriali e ricoverati programmati nelle giornate di fermo-macchina sono stati eseguiti presso il servizio di Radiologia del Presidio Ospedaliero di Manduria, da personale medico in organico al SS. Annunziata.  Il Direttore di Struttura Complessa di Radiodiagnostica, dottor Carmine Di Stasi, chiarisce che “la Risonanza Magnetica ubicata al SS. Annunziata è stata installata nel febbraio 2012 e da 8 anni (la vita media prevista per le grandi apparecchiature diagnostiche è di circa 10 anni) è attiva per esami elettivi 12 ore al giorno dal lunedì al venerdì e la mattina del sabato, ma per esami urgenti può essere attivata h24 365 gg/anno. Per tale apparecchiatura – aggiunge - è attivo un programma di manutenzione periodica con un contratto di assistenza full risk, che prevede cioè una pronta copertura per qualsiasi tipo di anomalia.”

“I macchinari del presidio ospedaliero “S. G. Moscati”, più precisamente i due acceleratori lineari, - sottolineano - verranno sostituiti con i nuovi, ciononostante l’attività radioterapica non verrà in alcun modo interrotta ma solo ridotta – e garantite tutte le urgenze – come da programma di ristrutturazione del Polo Oncologico ASL Taranto”.

 Secondo il Direttore Generale della ASL Taranto, Stefano Rossi, “aver garantito il ripristino dell’apparecchio di risonanza e riaperto l’agenda radiologica per le prestazioni in meno di 24 ore è segno tangibile di responsabilità e attenzione verso i cittadini di Taranto”.

 

Fanizza Group Carglass